Pagine

giovedì 10 novembre 2011

Torta di Ricotta Sofficissima

Questa ricetta piacerà a chi non è avvezzo alle torte “complicate” perchè è di una bontà stupefacente e si prepara con il mimino sforzo.
La ricetta me l’ha passata una forumina di Alf, che a sua volta l’ha mangiata a casa di una sua amica, che ha copiato la ricetta da chissà dove.. insomma, non sono in grado di citare nessuna fonte.. posso sola ringraziare Grà per averla condivisa. E’ stato un successone in forum, l’abbiamo provata praticamente tutte e ne siamo rimaste soddisfatte.. beh, quasi tutte! A qualcuna non è venuta, ma abbiamo dato la colpa ai forni.. o chissà cos’altro.. Io l’ho preparata 2 volte, il bello è che questa è una ricetta-base, potrete modificarla come vi pare, aggiungendo quello che vi piace, oppure tagliarla a metà e farcirla.. insomma è un jolly, considerando che per prepararla ci vogliono meno di 10 minuti! E’ una torta da credenza, semplice, ma morbidissima e leggermente umida, piacerà anche a chi di solito “snobba” le torte asciutte (vedi fidanzato che se n’è spazzolata mezza da solo).
Potrei ribattezzarla “Torta mixa e inforna” scimmiottando quei preparati che si trovano nel banco frigo….
Davvero, provatela e poi venite a dirmi come l’avete trovata!
Torta Ricotta
INGREDIENTI:
300g di ricotta vaccina (preferibilmente fresca)
250g di farina 00
250g di zucchero semolato
2 uova
1 bustina di lievito
1 limone bio (la buccia grattugiata)
latte q.b.
PREPARAZIONE:
In una ciotola o nel mixer unite tutti gli ingredienti senza un ordine preciso*, tralasciando soltanto il latte.
Iniziate a frullare/mixare e se la consistenza è troppo sostenuta aggiungete del latte a poco a poco, dovrete ottenere un composto liscio e morbido, ma non troppo fluido mi raccomando.
Imburrate una tortiera di circa 24 cm di diametro e versatevi l’impasto.
Infornate a 180° per circa 45-50 minuti.
Importante: il tempo di cottura varia a seconda di quanto liquido aggiungete, potrebbe essere necessario cuocerla per più tempo. E’ importantissimo fare la prova stecchino, che deve uscire asciuttissimo! Io ho cotto la torta con forno statico, mettendo in ventilato gli ultimi 10 minuti per asciugare bene e l’ho lasciata freddare nel forno semiaperto. Si tratta comunque di un dolce che mantiene una certa umidità, e rende il massimo se una volta sformato lo lasciate su una gratella fino al giorno successivo.
* il mio unico accorgimento è stato setacciare la farina con il lievito, ma se preferite seguire un procedimento più “tradizionale” tipo frullare prima uova e zucchero e poi la farina.. beh, fatelo tranquillamente!!!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails