Pagine

venerdì 27 maggio 2011

Filetti di Platessa con Crema di Zucchine

Cosa fare se in frigorifero vi siete dimenticate una chilata di zucchine?
Una torta salata? Oppure si potrebbero fare ripiene
Che noia sempre le stesse cose.. per fortuna che all’ultimo tour al supermercato ho comprato un bel po’ di pesce… fra cui la platessa (surgelata ovviamente perchè non sapevo quando l’avrei mangiata) e sulla scatola ho trovato pure la ricetta giusta! Cosa volere di più??
Ok, la foto potrebbe essere migliore!! Ma.. ma…. è venuta così, fidatevi di me!!!!
Ma voi lo mangiate il pesce? Lo sapete cucinare?? Io ne mangio poco, troppo poco e sono imbranatissima a cuocerlo.. basta, devo darmi da fare, il pesce fa bene e io devo imparare!
Platessa con crema di zucchine
INGREDIENTI:
600g di zucchine tagliate a rondelle
1 cipolla
400g di filetti di platessa
2 cucchiai di olio evo
burro q.b.
farina q.b.
sale, pepe
PREPARAZIONE:
Tritare finemente la cipolla e fatela soffriggere in un tegame con l’olio, aggiungete una tazzina di acqua e unite anche le zucchine. Mescolate bene, coprite con coperchio e fate cuocere 15-20 minuti controllando che non bruci. Spegnete, scoperchiate, fate intiepidire un poco e frullate tutto aggiustando di sale e pepe.
Infarinate i filetti di  pesce e cuoceteli in una padella con una noce di burro rigirandoli con attenzione (non come ho fatto io che li ho rotti tutti!!) se volete salateli alla fine della cottura, io non lo faccio però.
Servite il pesce accompagnato da abbondante crema.
BUON APPETITO!!

martedì 24 maggio 2011

Pancakes alla Ricotta

Finalmente.
Posso depennare dalla lista questa ricetta che mi ero segnata più di un anno fa, prima ancora di aprire il mio blog… a proposito, devo informarvi che sono pure riuscita a dimenticarmi il mio blog-compleanno!!! Che stordita.. lo dicevo io che questo periodo non ne faccio una giusta!!! E dire che ci tenevo, non vedevo l’ora di arrivarci per poter scrivere uno di quei post sdolcinati per ringraziarvi del vostro sostegno, del vostro affetto.. per dirvi che senza di voi questo mio spazio non sarebbe certamente lo stesso.. per farvi sapere che ogni commento che mi lasciate mi riempie di gioia.. e per ringraziare in modo particolare delle colleghe blogger che piano piano sono diventate amiche.. eh già, succede davvero! Quando ero solo agli inizi e leggevo questa cosa delle amicizie nate dal blog non ci credevo mai fino in fondo, pensavo fossero…. solo parole, e invece.. succede! Succede per puro caso, una chiacchiera tira l’altra fino a che ci si scambiano mail, ci si trova su facebook, ci si scambia il contatto di msn e poi… si passano giornate intere a dire stupidaggini! Ed è una cosa veramente meravigliosa.. quindi GRAZIE DAVVERO!!
Dicevo, finalmente ho preparato questi pancakes con la ricotta, mi incuriosivano tanto ma alla fine mi sa che preferisco gli originali.. questi sono più ricchi e calorici senza dubbio! La ricetta è di Nigella, presa direttamente dal suo sito.

Pancakes alla ricotta

INGREDIENTI:

250g di ricotta
125ml di latte
2 uova
100g di farina 00
1 cucchiaino di lievito in polvere
1 pizzico di sale
olio di arachidi o burro

PREPARAZIONE:

Semplice e veloce: mescolate la ricotta con i tuorli e il latte, aggiungete la farina setacciata con il lievito e quando saranno ben amalgamati unite anche gli albumi che avrete montato a neve.
Scaldate l’olio (o un fiocchetto di burro) in una padellina antiaderente* e versateci un mestolino di pastella, quando la superficie sarà piena di bollicine rigiratela aiutandovi con una paletta e cuocetela anche dall’altro lato. Passatela quindi su un piatto che terrete al caldo mentre preparate gli altri pancake.
Serviteli come preferite, per me il top rimane sciroppo d’acero e frutta fresca!

Vi aspettavate un candy? Un giveaway?
Uhm………
La mia concezione di blog è un tantino differente… ma in ogni caso.. MAI DIRE MAI!!

* ho utilizzato la padellina Ballarini Greenline

mercoledì 18 maggio 2011

Bocconcini di Pollo al Latte di Cocco e Paprika Dolce

Rieccomi!!
Si, sono ancora viva.. lo so che mi avete data per dispersa…
Vediamo un po’ che scusa trovare per giustificarmi.. dunque.. è arrivata la primavera.. poi è tornato l’inverno… poi di nuovo la primavera… poi l’inverno un’altra volta… ehm.. non è una bugia però!! Qui c’è un tempo un po’ biricchino, non si è ancora deciso su cosa fare.. e io soffro della sindrome tipica della stagione: sono pigra!!!! Ma tanto… Poi mettiamoci anche che sono più o meno a dieta e quindi sto mangiando delle quantità impressionanti di erba semi-scondita.. e che cosa vi propongo?
Poi quando cucino qualcosa di decente non lo fotografo e….. beh, ci siamo capiti!
Oggi ho preparato questa ricetta di ispirazione vagamente Thai, ma aggiustata secondo la dispensa di casa mia, ho comprato il latte di cocco appositamente per questo esperimento e sapete cosa vi dico??? Non mancherà più a casa mia! Promosso alla grande!
Amo il pollo, lo cucino in ogni modo.. e preparato così diventa sublime!
Ho voluto servirlo in versione Finger Food utilizzando questi cucchiai di Atmosfera Italiana per partecipare al loro gioco sulla pagina di facebook e accompagnandolo con un semplice riso Basmati..

Riso Basmati e Pollo al Cocco

INGREDIENTI:

300g di petto di pollo
200ml di latte di cocco
1 scalogno
2 cucchiaini di paprica dolce (potete usare anche quella piccante)
2 cucchiai di farina di riso (va bene anche la normale)
2 cucchiai di olio di semi (io ho usato quello di mais)
sale q.b.

PREPARAZIONE:

Per prima cosa tagliate il pollo a bocconcini non troppo grandi, direi di circa 1 cm di lato.
Per infarinare piccole quantità io uso il metodo “pandoro”: prendete un sacchetto di plastica per alimenti, tipo quelli per il congelatore e mettete all’interno la farina, il sale e la paprica, poi il pollo e sbatacchiate per bene ^_^.
Scaldate l’olio in una wok e rosolateci lo scalogno affettato finemente, attenzione a non farlo bruciare, tenete la fiamma bassa e aggiungete un goccino di acqua. Quando sarà trasparente rosolate per bene i bocconcini di carne per 2-3 minuti, poi aggiungete il latte di cocco (se vi sembra troppo denso aggiungete poca acqua) e terminate la cottura con il coperchio, ci vorranno pochi minuti, alla fine la salsina si sarà rappresa e sarà ben legata al pollo. Tenete coperto.
Lessate il riso e servite.
BUON APPETITO!!

lunedì 9 maggio 2011

Lingue di Gatto dell’Artusi

Ovvero.. le pastine per il the, tolte da una ricetta venuta da Parigi.
Questi biscotti li ho preparati parecchi giorni fa, poi ho scattato qualche fotografia “di prova” e.. me li sono mangiati tutti!!! Mannaggia, meno male che ne ho trovata una decente.. così posso pubblicare questa ricetta, che non sarà innovativa ne tantomeno difficile da trovare, ma ci sono particolarmente affezionata!
Sono semplici e veloci da preparare, e poi in questa versione sono anche particolarmente golose… l’Artusi è sempre l’Artusi!
Avrete notato che manco da un po’.. (o forse non se n’è accorto nessuno) diciamo che in questo periodo ho snobbato un po’ la cucina per dedicarmi ad altre cose ^_^ perdonatemi e portate pazienza, la mia fantasia sta galoppando verso altri progetti.. in più mi sono messa a dieta.. si si.. di nuovo la solita storia della dieta.. questa volta però sul serio! Ho fissato un tempo di 3 settimane e un obiettivo: in più ho anche una motivatrice nonchè controllora d’eccezione quindi: ce la farò!
D’altro canto.. la mia latitanza continuerà ancora per un po’ temo.. a meno che non trovi qualche ricettina sfiziosa e dietetica da propinarvi!! Per il momento vi lascio con queste delizie.. a presto!

Lingue di Gatto

INGREDIENTI:

100g di burro
100g di zucchero a velo
100g di farina 00
1 albume a temperatura ambiente

PREPARAZIONE:

Lasciate ammorbidire il burro poi lavoratelo con un cucchiaio di legno, aggiungete lo zucchero a poco a poco e amalgamatelo. Fate lo stesso con la farina setacciata e quando avrete un composto omogeneo incorporate l’albume che avrete precedentemente sbattuto con una forchetta.
Mettete tutto in un sac-a-poche con il beccuccio tondo e formate dei piccoli cilindretti lunghi 3-4 centimetri su una teglia rivestita di carta forno, distanziandoli per bene fra loro.
Infornate a 180° per circa 10 minuti, dovrete tirarli fuori appena scuriscono i bordi:
Fate raffreddare su una gratella per dolci e gustatele in tutta la loro “burrosità”.. ^_^

domenica 1 maggio 2011

Panini da Hamburger

E’ la prima volta che preparo questo genere di pane e mi è capitata subito una ricetta OTTIMA!
Dunque, qualche giorno fa l’ho vista da Yle, che a sua volta l’aveva vista da tizia, che l’aveva vista da Caia, che l’aveva copiata da Sempronia… insomma: a quanto pare la ricetta originale è di Marble.. ovunque lei l’abbia presa ha la mia riconoscenza! Questi panini sono FENOMENALI, non esagero. Morbidissimi, soffici, buoni.. che dire, dovete provarli! Questa volta ho usato il lievito di birra (riducendo la dose), ma ho in mente di rifarli anche con il lievito madre.. Dite che ultimamente sto panificando un po’ troppo? Gli ultimi post sono un po’ monotoni vero? Che ci posso fare ultimamente gira così.. ho sempre le mani in pasta!

Panini Hamburger

INGREDIENTI:

300g di Manitoba
300g di farina 00
180ml di latte
130-140ml di acqua tiepida
1 uovo intero leggermente sbattuto
30g di burro
10g di sale
25g di zucchero
10g di lievito di birra fresco
semi di sesamo q.b.

PREPARAZIONE:

Intiepidite il latte e scioglietevi il lievito sbriciolato, aggiungete un pizzico di zucchero (preso dal totale) mescolate bene e lasciate da parte.
Intanto pesate e mescolate le farine, fate la fontana e versateci al centro il composto di latte e lievito. Cominciate a mescolare con una forchetta incorporando un poco di farina, unite poi l’uovo e lo zucchero, impastate unendo poco a poco l’acqua. Ricordatevi che la quantità è indicativa, potrebbe servirne di meno oppure di più, la cosa importante è non versare MAI l’acqua tutta insieme. Quando avrete raccolto quasi tutta la farina è il momento di incorporare il sale che avrete sciolto in un poco di acqua*. Finite di impastare sulla spianatoia e inserite il burro, dovrete lavorare almeno un quarto d’ora e ottenere un composto liscio e non appiccicoso.
Trasferitelo in una ciotola, copritela e mettetela a lievitare fino al raddoppio**.
Rovesciate nuovamente sul piano di lavoro e rilavorate l’impasto per sgonfiarlo, dividetelo in 10 pezzi da circa 100g l’uno formando delle palline, ma portando le grinze sul fondo, ottenendo così dei panini dalla superficie perfettamente liscia. Poneteli sulla placca rivestita di carta forno e premete leggermente per appiattirli un poco. Spennellateli con tuorlo e latte e cospargeteli con i semi di sesamo.
A questo punto potete cuocerli subito oppure, come ho fatto io, mettete la placca dentro al forno con una ciotola di acqua bollente sul fondo per mantenere una certa umidità, accendete la lucina e lasciate riposare mezz’ora. Toglietela, coprite i panini con un canovaccio e riscaldate il forno a 220°, infornate e cuocete per circa 20 minuti tenendo controllato, se si scuriscono troppo abbassate la temperatura. Sfornate e lasciate freddare i panini su una gratella.
Adesso sono pronti da tagliare e farcire!
BUON APPETITO!!

*Per buona regola (tutta mia) prima di iniziare a lavorare, preparo tutti gli ingredienti sul tavolo, così da non dovermi poi fermare e rischiare di dimenticare qualcosa… quel qualcosa di solito è il sale! Quindi preparate l’acqua necessaria, pesate il sale e scioglietelo subito in un goccio di acqua. Se faccio così non me lo dimentico ed è anche il modo migliore per distribuirlo uniformemente nell’impasto.

**in questo caso, visto che ho impastato la sera tardi, invece di lasciar raddoppiare l’impasto  normalmente, ho coperto ben bene la ciotola con la pellicola e ho messo in frigo. La mattina presto l’ho tirata fuori e dopo un paio d’ore ho formato i panini. L’impasto ha retto bene le 9 ore e mezza di riposo.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails