Pagine

giovedì 28 aprile 2011

La Focaccia Soffice di Adriano

Finalmente.
A distanza di un anno esatto dalla prima volta che ho preparato questa focaccia, mi sono decisa. Il fidanzato ci ha messo del suo e ha sfoderato le migliori armi e la migliore interpretazione del gatto con gli stivali di Shrek  (avete presente la scena degli occhioni??).
Come mai, io amante dei lievitati mi sono dovuta far pregare così? Ehehe, la risposta è semplice: questo impasto è quasi impossibile da gestire lavorando a mano.. ed è davvero davvero faticoso! Ma questa focaccia è qualcosa di unico.. è di una bontà che non si può descrivere, è davvero morbidissima.. della serie che se si schiaccia un pezzetto fra le dita e poi si rilascia torna sempre come prima.. sembra una spugnetta, è impressionante.. e poi è leggera come una nuvola, si scioglie in bocca.. insomma: se avete un’impastatrice preparatela subito.. se dovete affidarvi solo alle vostre mani… beh, io non mi prendo nessuna responsabilità!!!
Io vi scrivo la ricetta come l’ho fatta io, per una spiegazione impeccabile e le foto passo passo vi rimando al post originale del Maestro.

Focaccia Soffice

INGREDIENTI:

500g di farina 0 per pizza (in teoria servirebbe una farina con w 250)
170g di birra chiara
150g di yogurt greco
30g di strutto
70g di patata lessata e schiacciata
50g di acqua
11g di sale
5g di lievito fresco
1 cucchiaino di zucchero

PREPARAZIONE:

Salamoia: 20g di olio evo, 20g di acqua calda, 4 g di sale fino.

Poolish: mescolate in una ciotola tutta l’acqua, 60g di birra, 110g di farina, lo zucchero e il lievito. Lasciate raddoppiare e leggermente decadere, ci vorrà circa un’ora e mezza.

Versate in un’altra ciotola la birra rimanente con tanta farina quanta ne serve per compattare la massa, aggiungete la patata e impastate fino a che si compatta, unire quindi il poolish, lo yogurt e la farina restante con il sale.
Qui dovete impastare davvero a lungo. Se con l’impastatrice ci vuole parecchio tempo, a mano ce ne vuole ancora di più, inoltre questo impasto è molliccio e appiccicoso, direi un piccolo blob.. ci ho messo più un’ora per avere una sembianza di incordatura.
Dopodichè inserire lo strutto e far assorbire, impastare fino ad ottenere il velo. Coprire e lasciare raddoppiare.

Rovesciate l’impasto sulla spianatoia, date una sola piega a tre e avvolgete a filone senza stringere. Ponetelo in un recipiente con il coperchio e lasciate di nuovo raddoppiare a 28°.
Rimettete sulla spianatoia e allargate con le mani, trasferite quindi in una teglia da forno abbondantemente unta con olio evo e poi ribaltatela (così da ungere entrambi i lati).
Cospargete la superficie con la salamoia e lasciate raddoppiare (a 28°)

Praticate delle fossette nell’impasto usando le dita, cospargete di sale grosso e infornate a 220° per 8 minuti, dopodichè riducete la temperatura a 200° e completate la cottura (circa 10 minuti).

Lasciate raffreddare la focaccia su una gratella e poi tagliatela: non crederete ai vostri occhi.. e infine…
BUON APPETITO!!

martedì 26 aprile 2011

Crocchette di Ceci

Avevo visto tempo fa in rete una ricetta di burger di ceci.. mi avevano proprio incuriosita! Poi come capita di solito mi è passato dalla mente e non ci ho più pensato.. oggi mi è capitata per le mani una confezione di ceci e ho voluto provare.. ho cercato di recuperare la ricetta.. ne ho lette alcune e poi ho deciso di fare a modo mio! Come al solito!! Il fatto è che non mi andava di usare la farina (non chiedetemi il perchè) e in tutte le ricette che ho visto sembrava indispensabile.. ho voluto provare a vedere se si potevano fare lo stesso.. beh, certo che si!
Il risultato è stato soddisfacente seppure sia stata la prima volta.. anzi, sto già pensando ad altre varianti!
Crocchette di Ceci
INGREDIENTI:
230g di ceci in scatola (peso sgocciolato)
1 scalogno
2-3 cucchiai di grana grattugiato
2-3 cucchiai di pane grattugiato
3 cucchiai di olio evo
pepe misto q.b.
PREPARAZIONE:
Sgocciolate per bene i ceci dal liquido di governo, poi metteteli nel mixer con lo scalogno e azionate. Non riducete in purea, fermatevi una attimo prima, quando avrete un composto bricioloso. Trasferitelo in una ciotola, pepate (io non ho messo il sale di proposito) e aggiungete formaggio e pane grattugiati, Mescolate e incorporate anche l’olio, le dosi che vi ho dato prendetele come indicative, regolatevi anche a gusto..
Bagnatevi le mani con acqua fresca (oppure olio) e formate le crocchette pressando bene con le dita e cercate di dargli una forma regolare. Ungete una padella antiaderente* con un filo d’olio e cuocetele 5 minuti per lato (anche meno) rigirandole con cautela per non romperle.
BUON APPETITO!!
* ho usato una padella Ballarini Green Line
                                                                    Partecipo alla raccolta di Ale

giovedì 21 aprile 2011

Focaccia al Profumo di Basilico

Per me la focaccia è una fra le cose più buone del mondo.. come il pane, la pizza…. ok tutto ciò che è lievitato mi fa impazzire.. salato o dolce che sia… e impastare per me è sempre un grande piacere, un antistress incredibile. Chi non ha mai provato non può capire… il piacere di impiastricciarsi le mani, di massaggiare un impasto molliccio e appiccicoso che piano piano si trasforma, diventa liscio e meraviglioso… che bello.
Poi quando gli impasti nascono bene… è una garanzia. Come per questa focaccia, con un mix di farine si è rivelata una delle migliori che abbia mai fatto. Qui sul blog in effetti non ci sono tante ricette.. ma credetemi, non ho mai fatto in tempo a fotografarle!! Ehehehe prometto che mi rifarò, anzi per questo weekend ho in programma una delle mie focacce preferite.. un po’ laboriosa ma vale tutta la fatica che costa… vedrete..
Intanto, vi racconto come si prepara questa! Se anche voi siete amanti della focaccia bella alta, morbida dentro e croccante fuori, bella salata e unta quanto basta…… vi piacerà!!
Focaccia al Basilico
INGREDIENTI:
300g di farina Manitoba (Molino Chiavazza)
150g di farina 0
50g di farina ai cereali (Molino Chiavazza)
10g di lievito di birra fresco
200g di patate lessate e schiacciate
7g di sale
250ml circa di acqua
2 bei cucchiai di olio evo
una decina di foglie di basilico (piuttosto grandi)
PREPARAZIONE:
Sbriciolate il lievito in una tazzina e copritelo con poca acqua tiepida, aggiungete un cucchiaino scarso di zucchero, mescolate e lasciate da parte.
Miscelate insieme tutte le farine e disponetele a fontana. Versate al centro il lievito sciolto e con una forchetta amalgamate poca farina (prendendola dai bordi) quanto basta per formare una pastella. Coprite il tutto a campana (con una ciotola rovesciata) e lasciate lievitare una mezz’ora.
Nel frattempo mettete a bollire i 250ml di acqua con le foglie di basilico ben lavate (io l’ho fatto al microonde), poi coprite con un piatto rovesciato e lasciate in infusione fino a che si intiepidisce, praticamente ci andrà la mezz’ora che serve al lievitino.
A questo punto scoperchiate la farina e aggiungete poca alla volta l’acqua profumata al basilico (che avrete filtrato con un colino a maglia fitta) e amalgamate le patate schiacciate. Procedete con l’impasto e quando avrete raccolto quasi tutta la farina (diciamo circa i 3/4) sciogliete il sale in poca acqua e aggiungete anche quello. Una volta ottenuta una palla è il momento di incorporare l’olio, un cucchiaio alla volta. Impastate con cura per almeno 15 minuti, non otterrete una massa soda e liscia come quella della pizza, rimarrà piuttosto morbida e appiccicosetta, ma va bene così. Ponetela in una ciotola ben unta, coprite con un canovaccio da cucina, incidete a croce e mettete a lievitare fino al raddoppio (come al solito io metto in forno con la lucina accesa).
Riprendete l’impasto, rovesciatelo sulla spianatoia e rimpastatelo brevemente, poi rimettete a lievitare fino a raddoppiare ancora.
Ora rovesciate tutto in una teglia unta di olio, allargatela con le mani senza schiacciare troppo. Mettetela a riposare ancora una mezz’ora, intanto accendete il forno a 200°. Preparate una salamoia con 2 cucchiai di olio e 2 di acqua, emulsionateli e spennellate bene la superficie della focaccia. Date una spolverata di sale fino e una di sale grosso, infornate subito. Ci metterà circa 25 minuti per cuocere, ma a metà cottura tiratela fuori e ripetete l’operazione della salamoia sulla superfice (senza salare però).
Ed eccola pronta! Ottima da sbocconcellare così com’è.. oppure farcire come ho fatto io…
BUON APPETITO!!

martedì 19 aprile 2011

Insalata con Dressing allo Yogurt e Pollo Grigliato

Che titoloneeee!!! Stavolta sembra che io abbia fatto una ricettona fighissima! E invece no, è sempre una robina semplice semplice, buona buona…. e pure bella fresca, dato che andiamo incontro alla bella stagione!
Ho scoperto il dressing per l’insalata diversi anni fa, a pranzo da una mia amica.. e me ne sono innamorata follemente! Ho continuato a comprarlo bell’è fatto per parecchio tempo, poi ho smesso senza motivo.. sarà che dopo un po’ che mangio sempre le stesse cose mi stanco..
Poi un bel giorno al supermercato mi sono ritrovata davanti la bella bottiglietta e l’ho comprata.
Una volta a casa ho letto gli ingredienti e ho capito che era una cosa semplicissima da riprodurre e così…. ecco la versione “liscia”.. (si ne ho concepite altre, che vedrete prossimamente!!)
Insalata con Dressing
INGREDIENTI:Per il Dressing:
170g di yogurt greco (1 vasetto)
2-3 cucchiaini di aceto (bianco per un sapore più delicato)
2-3cucchiaini di olio (io ho usato l’evo, ma va bene anche di semi)
q.b di sale
Per il Pollo:
3-4 fettine di petto di pollo (noi abbiamo mangiato in due)
succo di limone
q.b di olio evo
q.b di sale
q.b di mix di pepe (nero, rosso, verde e rosa)
PREPARAZIONE:
In una ciotola lavorate con una forchetta tutti gli ingredienti per la salsa, cercando di “emulsionare” bene.
Coprite con la pellicola da cucina e mettete a riposare in frigorifero almeno un’oretta.
Le dosi sono indicative: non c’è niente di meglio della vostra “prova assaggio” per capire come vi piace!
Per chi non trovasse lo yogurt greco va benissimo anche uno yogurt bianco intero. (ogni riferimento è puramente casuale vero Cran?)
Prendete le fettine di pollo e irroratele prima con l’olio, poi col succo di limone, salate e pepate. Massaggiate la carne con le mani e lasciate riposare una mezz’ora al fresco.
Scaldate quindi per bene una bistecchiera e grigliate le fettine, fatele raffreddare e tagliatele a listarelle o cubetti.
Ecco fatto, ora non vi rimane che scegliere l’insalata che preferite, a foglia verde o mista, delicata o croccante, condirla con il dressing e il pollo. Oppure potete servire le fettine di carne come accompagnamento, insomma come preferite!

                                                              

mercoledì 13 aprile 2011

Tiramisù con Crema al Latte Condensato

Un dolcino goloso, sfizioso e furbissimo!
Si perchè finalmente ho trovato il modo di usare quella lattina di latte condensato che avevo comprato tipo 2 anni fa e poi dimenticata.. che guarda caso era praticamente in scadenza! E poi, preparare un tiramisù senza uova non è male.. insomma, essendo uno dei miei dolci preferiti era un peccato doverci spesso rinunciare in mancanza di uova extra-fresche (fidarsi è bene, non fidarsi è meglio). Prima o poi quando mi deciderò a comprare il termometro potrò anche pastorizzare le uova e andare sul sicuro.. ma fino ad allora questa è una valida alternativa.. il sapore non è così diverso e rimane comunque apprezzabile.
Sono veramente contenta.
La ricetta di questa furbissima cremina ovviamente non è mia  ma l’ho scopiazzata da cook e aggiustata secondo i miei gusti.
Tiramisù latte condensato
INGREDIENTI per la crema:
500g di mascarpone
280g di latte condensato
PREPARAZIONE:
Mettete in una ciotola il mascarpone freddo di frigo e montatelo con le fruste elettriche.
Incorporate quindi sempre montando il latte condensato, io ho scritto circa 280g perchè mi sono basata sull’assaggio quindi regolatevi come preferite!
Mentre.. per l’assemblaggio del tiramisù……… ve la sapete cavare da soli vero?
Altrimenti la mia ricetta completa la trovate qui.
                   
                         

venerdì 8 aprile 2011

Grissini di Lievito Madre

Ebbene si… anche io ho dato vita questa meravigliosa quanto spaventosa creatura!!
Da parecchio tempo ero tentata.. ma alla fine mi sembrava un lavorone più grosso di me e rimandavo sempre… poi ho cominciato a vederne nascere sempre più, fino a che è nato Ciccino.. così caruccio e simpatico.. non ho proprio potuto resistere! Ormai la mia piccola ha un mese di vita (si, è femmina) e dorme tranquilla nel mio frigorifero.
Dopo poco più di 2 settimane ho provato ad utilizzarla per qualcosa di molto semplice, che non richiedesse lievitazione e questo è il risultato!
Ricetta presa paro paro da qui

  

INGREDIENTI:

200g di lievito madre non rinfrescata
40g di olio evo (anche meno, dipende da quanto ne assorbe)
q.b di farina manitoba*
semola per infarinare
sale, pepe

PREPARAZIONE:

Mettete in una ciotola il LM e impastate con l’olio il sale e il pepe, otterrete un impasto molto morbido. Aggiungete poi tanta farina quanto basta per ottenere un composto più consistente e “lavorabile” io sono andata ad occhio, direi circa 4-5 cucchiai nel mio caso.
Formate poi i grissini prelevando delle piccole quantità di pasta e allungandole sul piano di lavoro cosparso di semola e sistemateli in una teglia rivestita di carta forno.
Cuoceteli a 180° per circa 20 minuti.

Semplici e buoni!

sabato 2 aprile 2011

Easy Quiche alle Zucchine

Ovvero…. quando il frigorifero piange…. è vuoto e triste… e magari voi avete pure fame!
Capita mai?? A me spesso. Troppo spesso. La mia pigrizia di andare al supermercato penso sia da guinnes dei primati… e poi mi lamento che non ho niente di buono in casa… certo che sono una volpona….  il fatto è che quelli dei negozi sono dei furboni… prima mi distraggono col reparto giornali, poi con tutti quei meravigliosi semini da piantare… i fiori, i bulbi…. poi si passa ai casalinghi….. e tutta una serie di cosette più o meno inutili alla mia sopravvivenza ma di cui “non posso proprio fare a meno”… così quando arriva il momento di comprare le cibarie io sono già bell’e stanca col carrello già mezzo pieno!!!! E finisce che prendo due cose al volo e mi fiondo alle casse!!
Comunque… sono sicura di non essere l’unica disorganizzata ^_^

Torta salata alle Zucchine 026(pirofila by Pedrini)

INGREDIENTI:

1 rotolo di pasta sfoglia pronta (per far prima)
500g di zucchine
150ml di panna fresca
2 uova
2 sottilette (non avevo altro formaggio!!!)
sale,pepe

PREPARAZIONE:

Pulite le zucchine e affettatele finemente (ma non trasparenti), grigliatele su una piastra e conditele con un pochino di sale e pepe.
In una ciotola sbattete le uova, aggiungete la panna, le sottilette spezzettate, regolate di sale e pepe, unite le zucchine e amalgamate il tutto.
Rivestite una pirofila con la sfoglia lasciandola nella sua carta (eventualmente ritagliando gli eccessi), bucherellate il fondo con una forchetta, versateci il ripieno e ripiegate i bordi della sfoglia verso l’interno.
Infornate a 200° per 25 minuti.
BUON APPETITO!!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails