Pagine

venerdì 25 marzo 2011

Torta di Mele…….. Melosa!

Rieccomi di nuovo su questi schermi dopo le lunghe riflessioni di qualche giorno fa… Intanto vi ringrazio di cuore per aver speso un po’ del vostro tempo a leggere il mio post “OT” e per avermi risposto così sinceramente e a cuore aperto.. adoro scambiare idee e conoscervi un po’ meglio, seppur sempre dietro ad uno schermo..
Oggi vi propongo un dolcetto per finire in bellezza la settimana..
Questa non è solo una torta di mele… è la torta di mele più melosa che abbia mai mangiato!
Dicono che si chiami “Bolzano Apple Cake”, io sinceramente non avevo mai sentito questo nome, e voi??
Dovevo far fuori un bel po’ di mele un po’ troppo mature.. ma volevo qualcosa di diverso dal solito, senza tanto burro dato che in questi giorni sono un po’ a dieta (^_^ come no) e allora ho chiesto a google.. che mi ha portata qui. Si è rivelata una vera goduria.. il fidanzato è impazzito già quando stava cuocendo in forno, ogni 5 minuti andava con il naso appiccicato al vetro per controllare cosa succedeva e per respirare a pieni polmoni il profumo che fuoriusciva.. Mentre scrivo questo post sto ancora mangiando… sono alla seconda fetta e già sono pentita di non aver fatto la dose intera, mannaggia a me!!! Troppo buona credetemi, dovete provarla.. vi ritroverete con una torta morbidissima e cremosa, profumata da non credere.. Le uniche modifiche che ho fatto sono state il tipo di mela visto che non avevo quelle richieste e l’aver messo lo zucchero di canna nella teglia invece che la farina che secondo me regala ancora quel tocco in più…
Bolzano Apple Cake
INGREDIENTI PER MEZZA DOSE sufficienti per uno stampo da 24cm:
125g di zucchero
1 uovo e 1 tuorlo
1 cucchiaino di vaniglia in polvere o cardamomo (io nessuno dei due)
75g di burro fuso
55g di farina 00  (Molino Chiavazza)
1 cucchiaino di lievito (scarso)
90ml di latte a temperatura ambiente
3-4 mele Granny Smith
PREPARAZIONE:
Fate fondere il burro e lasciatelo raffreddare, nel frattempo montate le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Aggiungete quindi la vaniglia o il cardamomo oppure quello che più vi piace, io non ho voluto mettere nulla. Versate quindi il burro fuso e amalgamare, quindi unire il latte e la farina setacciata con il lievito.
Sbucciate e affettate finemente le mele ed amalgamatele con delicatezza al composto. Versate in uno stampo imburrato e cosparso di zucchero di canna (oppure la semplice farina) e cuocete in forno caldo a 180° per 50-60 minuti. La prova stecchino è piuttosto inutile dato che non uscirà mai asciutto, io ho preparato questa torta la sera tardi e l’ho lasciata raffreddare nel forno spento fino al giorno dopo.
Che dirvi se non
BUONA SLURPATA!!
Prima di salutarvi vorrei ringraziare ancora la mia adorata Cranberry che mi ha fatto un regalo graditissimo… Non vi siete accorti della nuova bellissima intestazione del mio blog??? Tutto merito suo.. Grazie Tesora!!!!!!!

* stampo Guardini

venerdì 18 marzo 2011

lunedì 14 marzo 2011

Polpettine al Cumino con Salsina alla Senape

Sinceramente non sapevo come chiamarle queste polpettine!
Poi ho scelto il sapore dominante: il cumino. Ho scoperto da poco questi semini e già mi hanno conquistata.. hanno un sapore deciso e leggermente piccantino come piace a me! Con un po’ di fantasia si possono usare in ogni ricetta, dall’antipasto al dolce poichè stimolano sia l’appetito che la digestione, insomma non hanno davvero nessuna controindicazione anzi.. dicono che abbiano proprietà anti-cancerogene e poi sono ricchi di ferro che non è una cosa da sottovalutare!!
Ma lasciamo perdere il manuale medico che non è per niente di mia competenza vi presento subito subito la mia ricettina!

Polpettine al cumino
INGREDIENTI:

250g di macinato magro di manzo
1 cucchiaino (da the) di cumino
1 cucchiaino di prezzemolo
1 cucchiaino di origano
1 cucchiaino di timo
qualche goccia di tabasco
q.b. sale, pepe

PREPARAZIONE:

Mettete la carne macinata in una terrina insieme alle erbe e mescolate con cura, io lo faccio con le mani. Quando le erbe saranno ben amalgamate unite il sale, il pepe e il tabasco (2-3 gocce basteranno) e mescolate.
Formate quindi delle polpettine, io le ho fatte piccolissime perchè volevo presentarle come aperitivo finger food, per darvi un’idea sono grandi all’incirca come nocciole. Infine friggetele in olio di semi e sgocciolatele su carta assorbente.
Per la salsina di accompagnamento ho solo mischiato panna fresca con della senape.. le dosi sono fatte a caso! ^_^
BUON APPETITO!!

Ricetta che partecipa al concorso di Atmosfera Italiana su Facebook

giovedì 10 marzo 2011

Focaccia con Ananas e Pistacchi

Si si avete letto bene! Ananas e pistacchi.. una focaccia che vi conquisterà al primo morso!
Mi è capitata sott’occhio per caso mentre sfogliavo delle vecchie riviste in cerca di tutt’altro.. capita anche a voi di cercare una cosa e trovarne mille altre? A me spessissimo.. trovo ricette che mi rapiscono ma che per un motivo o per un altro non posso realizzare subito e così poi me le scordo oppure non le ritrovo più.. l’unica soluzione che ho trovato è di copiarmi queste ricette su un quadernino apposito.. il mio ricettario sempre a portata di mano! Questa proviene proprio da lì, originariamente pubblicata su Sale&Pepe di Aprile 2003, ho fatto solo qualche leggera modifica ^_^
Focaccia all'ananas 023
 INGREDIENTI per uno stampo quadrato da 24 cm:
250g di farina manitoba + 50g di farina 00 (oppure tutta farina 0)
1 lattina di ananas in scatola (il mio era in succo d’ananas)
10g di lievito di birra fresco
1 cucchiaino di sale
1 manciata di pistacchi tostati e salati
PREPARAZIONE:
Sbriciolate e fate sciogliere il lievito in una tazzina con poca acqua e fate riposare.
Fate la classica fontana con la farina (io inizio sempre a lavorare in una ciotola) versate al centro il lievito sciolto e cominciate ad impastare con una forchetta, aggiungendo poco a poco il succo d’ananas. Mi raccomando aggiungetelo lentamente per non ritrovarvi con una massa molliccia ingestibile! Tenete da parte 1/2 bicchiere di succo.
Trasferitevi sulla spianatoia e lavorate per 10 minuti con una certa energia e aggiungete il sale che avrete sciolto in poca acqua.Una volta che otterrete un impasto liscio e omogeneo ponetelo nuovamente in ciotola, incidete la croce e mettete a lievitare coperto con un canovaccio per circa 1 ora (io metto sempre nel forno con la sola luce accesa).
Riprendete la pasta e rilavoratela brevemente sulla spianatoia per sgonfiarla, incorporate i pistacchi che avrete tritato più o meno grossolanamente e rimettete a lievitare fino al raddoppio.
A questo punto stendetela con le mani in una teglia* appena unta con olio di semi, posizionate l’ananas tagliato a tocchetti facendoli affondare un pochino.
Accendete il forno a 190°.
Versate un pochino di succo e se volete ancora dei pistacchi tritati sulla superficie e tenetela coperta fino a che il forno raggiungerà la temperatura.
Infornate per circa 20-25 minuti, bagnando ancora con il restante succo verso metà cottura.
BUON APPETITO!!
* stampo Guardini
Focaccia Finger

lunedì 7 marzo 2011

Torta Mimosa profumata all’Arancia

Buongiorno!! E’ lunedì e io mi sono accorta di aver lasciato passare una settimana intera senza postare niente..
Ahi ahi ahi.. non si fa lo so.. Sto passando un periodo  un po’ pigro forse, o forse sto passando troppo tempo al pc a guardare le ricette degli altri che poi al momento di mettersi all’opera mi sento già stanca! Scherzo, comunque oggi sono qui con una torta dedicata a tutte le donne.. la classica Mimosa, che io però ho voluto interpretare a modo mio.. se no che gusto ci sarebbe??? Sono stata invogliata dall’iniziativa della Guardini e dato che non avevo ancora provato il loro nuovo stampo Fettexfette.. ho colto al volo l’occasione….
Fetta Mimosa 014 
INGREDIENTI:
Per il Pan di Spagna (ricetta Montersino):
250g di uova intere
175g di zucchero semolato
150g di farina 00 (io ho usato quella Molino Chiavazza)
50g di fecola di patate
la scorza grattugiata di un’arancia (in origine 1 bacca di vaniglia)
Montare le uova intere con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso che “scrive”. Aggiungere quindi poco a poco le polveri setacciate e la scorza mescolando delicatamente dal basso verso l’alto con una spatola. Versare il tutto nello stampo imburrato e infarinato ( nel mio caso avendo usato il silicone non è stato necessario) e cuocere a 180° per 20- 25 minuti, fate la prova stecchino. Lasciate in forno ancora 5 minuti con lo sportello semiaperto, sfornate e lasciate raffreddare su una gratella.
Per la crema all’arancia:
375ml di latte
110g di zucchero
3 tuorli
2 cucchiai di farina
scorza d’arancia oppure aroma
Portate quasi ad ebollizione il latte con la scorza d’arancia prelevata con un pelapatate (oppure l’aroma) e poi filtrate.
Montate a crema i tuorli con lo zucchero e quando il composto sarà ben liscio amalgamate la farina setacciata. Versate a filo il latte caldo mescolando con una frusta fino a quando sarà ben amalgamato e non ci saranno grumi. Portare su fuoco dolce e fate addensare sempre mescolando. Travasate quindi la crema in una ciotola  copritela con pellicola a contatto per farla raffreddare completamente.
MONTAGGIO DELLA TORTA:
Io vi spiego come ho fatto con le mie Fette, ma nel caso facciate una torta “normale” il procedimento sarà lo stesso!
(purtroppo mi sono dimenticata di fare le foto!)
Ho tagliato la parte superiore delle fette, ricavando una sorta di coperchietto e ho scavato l’interno tenendo da parte le briciole. Ho poi bagnato il pan di spagna con semplice succo d’arancia mischiato a maraschino, riempito le fette con la crema e riposizionato il coperchio. Infine ho ricoperto ogni Fetta con panna semimontata e cosparso con le briciole ricavate prima.
Ed ecco fatta la mia torta monoporzione!
Torta Mimosa (10)
AUGURI….

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails