Pagine

lunedì 31 gennaio 2011

Panini Multicereali

Rieccomi dopo una intera settimana di vacanza..
Vi ringrazio per l’affetto che mi avete dimostrato in questi giorni, oltre che malata ero anche veramente giù di morale, e il vostro sostegno è stato importante.. Devo confessare che in questi giorni non ho praticamente mai cucinato.. ne mangiato in realtà.. la febbre alta mi ha fatto uno strano effetto questa volta, mi ha completamente tolto l’appetito.. il solo pensiero del cibo mi disgustava.. quasi quasi ho pensato anche di chiudere il blog e tanti saluti (si ero proprio a terra ve lo avevo detto!)
Comunque piano piano sto tornando in me, la ricetta che vi propongo oggi risale a più di una settimana fa, le foto sono quello che sono perchè avendo preparato il pane per una cena con gli amici non ho avuto nemmeno il tempo di sfornarlo che già qualcuno se lo stava mangiando ^_^ comunque ho ricevuto anche i complimenti di un panettiere quindi cosa dirvi? Sono soddisfazioni!!! (non sarà bello.. però era tanto buono!!)

Pane 019

INGREDIENTI:

600g di farina ai cereali
400ml di acqua tiepida
1 bustina di lievito secco
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di zucchero
2 cucchiai di olio evo

PREPARAZIONE:

Fare una fontana con la farina, aggiungere il lievito e lo zucchero al centro e mescolare con una forchetta. Cominciate a versare l’acqua poco alla volta e iniziate ad impastare. Aggiungete anche il sale e l’olio e lavorate il tutto con energia fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Trasferite in una ciotola coperta con la pellicola e mettete a lievitare in un luogo tiepido per circa 3 ore (o comunque fino al raddoppio).
Riprendete l’impasto e rilavoratelo velocemente per sgonfiarlo, formate i panini (i miei sono di 100g l’uno), metteteli su di una placca foderata di carta forno, incidete la superficie per il verso lungo e spennellateli con poca acqua. Coprite con un canovaccio e fate lievitare nuovamente per un’oretta.
Infornate quindi i panini a 200° per circa 25-30 minuti, ricordandovi di mettere una ciotolina con dell’acqua sul fondo del forno per mantenere una certa umidità.
Sono pronti da gustare subito, appena riuscirete a toccarli senza ustionarvi!!
BUON APPETITO!!

sabato 22 gennaio 2011

Conchiglioni al Forno con Spinaci e Formaggio

Da tempo avevo comperato questo pacco di pasta, convinta che sarebbe arrivato il giorno in cui avrei trovato il ripieno perfetto.. poi me la sono dimenticata in dispensa!
Un giorno ho pensato di farla fuori, riempiendola di spinaci e ricotta.. un classico: peccato mi mancassero gli spinaci.. quando li ho comperati mi sono dimenticata la ricotta e così via… insomma, non riuscivo mai ad avere entrambi! Eh lo so che sono disorganizzata che posso farci??
L’altro giorno però il mio fidanzato ha invitato un amico a cena, e siccome era già stato da noi pochi giorni prima e avevamo mangiato la pizza mi sono di nuovo ricordata di questi conchiglioni: cosa mi mancava? La ricotta.
Complici alcune linee di febbre che mi hanno impedito di uscire a prenderla mi sono ingegnata un po’ ed è saltata fuori questa variante, assolutamente apprezzata, tanto che la teglia ce la siamo spazzolata tutta in men che non si dica! Che soddisfazione quando i nostri ospiti fanno il bis e anche il tris vero?
Ah, mi sono anche dimenticata di fare la fotografia della teglia (tanto per cambiare) per fortuna ho salvato dalle grinfie dei due uomini famelici almeno il mio piattino, quindi dovrete accontentarvi di questa misera foto!

Conchiglioni 003 

INGREDIENTI:

250g di conchiglioni (peso indicativo)
600g di spinaci surgelati
120g di emmenthal grattugiato
formaggio grattugiato a piacere

Besciamella piuttosto liquida preparata con:
50g di burro
50g di farina
700ml di latte
noce moscata q.b.

PREPARAZIONE:

Lessate in acqua leggermente salata gli spinaci, scolateli e ripassateli in padella senza strizzarli troppo con un filo d’olio e aggiungete i formaggi, lasciateli sciogliere bene e poi tritate tutto al mixer.
Lessate quindi la pasta senza portarla a cottura, metà del tempo indicato andrà bene.
Sporcate il fondo di una pirofila con uno strato di besciamella, adagiatevi i conchiglioni con l’apertura verso l’alto e riempiteli con il composto di spinaci usando una sac-a-poche, ricoprite con abbondante besciamella, una manciata abbondante di formaggio grattugiato e infornate a 160° per mezz’oretta, finchè la superficie sarà bella dorata.
Servite subito,
BUON APPETITO!

mercoledì 19 gennaio 2011

Riso Basmati e Fagiolini

Dopo la torta supercalorica che ho appena pubblicato cosa c’è di meglio di un bel piattino leggero?
Che poi è anche semplice e rapido (com’è nel mio stile) e il gusto non ci ha rimesso troppo dai!
L’abbinamento è nato per puro caso.. volevo preparare dei fagiolini per pranzo, ma poi mi sono resa conto che forse erano un po’ pochini e allora mi sono ricordata del riso Basmati.. devo dire che poi non sapevo come “legarli” e allora l’ho servito così come lo vedete nella foto: poi a discrezione di chi mangia se mischiare il tutto oppure prendere un po’ di qua e un po’ di là..

Riso Basmati con Fagiolini (4)
INGREDIENTI:

220g di riso Basmati
300g di fagiolini (nel mio caso surgelati)
1 bicchiere di brodo vegetale
1 noce di burro
formaggio grattugiato q.b.

PREPARAZIONE:

Semplicissimo: mettete i fagiolini in un tegame con il brodo e lasciate cuocere fino a che all’assaggio risultano teneri (se necessario regolate di sale). Mantecate con il burro e il formaggio e tenete in caldo.
Lessate il riso in acqua salata e componete il piatto come più vi aggrada.
Io non aggiungo niente al riso perchè mi piace “nature”, ma nulla vi vieta di metterci un pochino di burro anche qui. Potete anche ridurre a pezzettini i fagiolini o anche frullarli perchè no, e amalgamarli al riso.
BUON APPETITO!!

lunedì 17 gennaio 2011

Chocolate Mud Cake

Questa è una delle torte più buone e goduriose che siano mai uscite dal mio forno..
Uno spettacolo, stragolosa, sofficissima!! Ma tutto questo ha un prezzo: attenzione non è una torta light, proprio per niente!! Quindi non scandalizzatevi quando andrete a leggere gli ingredienti, ma fidatevi di me, ne vale la pena!!
Una volta tanto ci si può concedere anche questo.. e non provate a modificare le dosi!!
La ricetta è di Donna Hay, un nome una garanzia, io l’ho vista sul blog di Morena e non ho potuto proprio resistere, tantopiù che avevo tutti gli ingredienti in casa. niente poteva fermarmi, neppure la febbre che mi sta dando fastidio in questi giorni..
E poi dovevo subito preparare qualcosa con le mie farine nuove no??

Chocolate Mud Cake 026
INGREDIENTI:

375g di burro morbido (eh si avete letto bene!)
230g di zucchero di canna
300g di farina 00 (io ho usato quella Molino Chiavazza)
3 uova
200g di cioccolato fondente
1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
80g di cacao amaro in polvere
180ml di latte

PREPARAZIONE:

Sciogliete il cioccolato a bagnomaria e tenetelo in tiepido.
Setacciate la farina con il cacao e il bicarbonato.
Lavorate il burro a pomata con lo zucchero di canna usando uno sbattitore per circa 10 minuti, quindi unite le uova una alla volta, sempre montando. Unite quindi anche le polveri amalgamandole molto bene, poi sarà la volta del cioccolato fuso e infine del latte (io ho usato lo sbattitore fino alla fine).
Versate quindi il composto in una tortiera foderata di carta forno (oppure una di silicone come ho fatto io) e passate in forno caldo a 160° per un’ora e 15 minuti, io ho allungato ancora 10 minuti fate sempre la prova stecchino, dovrà uscire abbastanza asciutto ma considerate che col cioccolato un po’ rimarrà umido. Lasciate raffreddare il dolce nello stampo ( non fate come me che ho avuto fretta e poi mi si è spaccata la torta in mille pezzi, ecco il perchè della mia foto strana, spero che non ve ne siate accorti!!! ^_^).
Conservate la torta coperta per non farla seccare.
Ottima accompagnata da una montagna di panna montata, giusto per non farci mancare niente!
BUON APPETITO!!

venerdì 14 gennaio 2011

La Bruschettizza

Non è una bruschetta, non è una pizza siore e siori!!
E’ la Bruschettizza!! Ahaha oggi un post praticamente senza ricetta, ma confesso di aver svuotato l’archivio e di aver cucinato ben poco di “presentabile” in questi giorni causa pigrizia assassina.. Così ieri sera, per risolvere un’impellente voglia di pizza ci siamo arrangiati così! Una bruschettona e mezza a testa e la pancia ha smesso di brontolare.. Dai passatemela, prometto che mi rimetto al lavoro.. è che con questo tempo grigio non mi va di fare niente, le foto vengono pure male.. si, è una scusa.. mangiamo comunque tutti i giorni eh? Magari solo pasta al pomodoro o comunque piatti veloci, ma non stiamo digiunando! Non sia mai, sto cercando di far ingrassare il fidanzato ma è un’ardua impresa, non è che avete qualche consiglio? Sembra che tutto quello che mangia lui lo assimilo io!

Bruschettizza (11)

Per fare la Bruschettizza vi serviranno delle grosse fette di pane tipo “pugliese” (io le trovo al supermercato confezionate 4 a 4) pomodoro, mozzarella olive.. insomma tutto ciò che vi piace, noi avevamo anche del salame da finire e ha trovato la sua degna collocazione! Poi tutto in forno a 180° per circa 5 minuti..
Et voilà! La cena è pronta!
BUON APPETITO!!

martedì 11 gennaio 2011

Torta di Mele e Mascarpone

Finiti (finalmente) i dolci Natalizi ho potuto preparare una torta, non vedevo l’ora!
Ammetto di aver scopiazzato questa ricetta, non è farina del mio sacco, l’originale è qui.
Nata dall’esigenza di finire del mascarpone, non mi andava di preparare il tiramisù, così mi sono messa a cercare una ricetta alternativa. Ho leggermente modificato il procedimento originale e ridotto appena qualche cosa. Ho scelto di fare una ciambella perchè volevo usare il mio nuovo stampo in silicone della Pedrini, non è carina??

Torta mele e mascarpone 004

INGREDIENTI:

250g di farina 00
180g di zucchero
200g di mascarpone
50g di burro
3 uova
2 mele
1/2 bustina di lievito
1 limone (la scorza)

PREPARAZIONE:

In un recipiente lavorate con un cucchiaio di legno il mascarpone con il burro ammorbidito e lo zucchero, fino ad ottenere una crema omogenea. Unire le uova, la scorza grattugiata del limone e infine la farina setacciata con il lievito. Riducete a dadini le mele e amalgamateli all’impasto. Versate tutto nella tortiera (la mia è in silicone quindi non ho ne imburrato ne infarinato) e cuocete a 180° per 40 minuti circa.
Sformate e fare raffreddare su una gratella.
Se vi piace cospargete di zucchero a velo.
BUON APPETITO!!

domenica 9 gennaio 2011

Crocchette di Patate morbidissime

Buongiorno!!!
Oggi vi presento questa ricetta facile facile che mi ha sorpresa..
Siccome avevo avanzato delle patate bollite, ho deciso di farci delle crocchette.. ma data la mia avversione per le fritture ho pensato di cuocerle al forno.. beh, il risultato è stato a dir poco favoloso!! Sono croccanti fuori e incredibilmente morbide all’interno! Vi consiglio vivamente di provarle!!

Crocchette di patate 017

INGREDIENTI:

800g di patate già lessate
2 uova
60g di emmenthal grattugiato
50g di grana grattugiato
sale, noce moscata q.b.
pane grattugiato
prezzemolo

PREPARAZIONE:

Schiacciate le patate, unite un uovo, i formaggi, sale e noce moscata. Cominciate ad impastare e per ultimo unite il prezzemolo tritato, una manciata più o meno..
Quando il composto sarà omogeneo procedete alla formatura delle crocchette, passatele nell’uovo sbattuto e rotolatele nel pane grattugiato. Appoggiatele su una teglia ricoperta di carta forno e cuocete a 200° per 20 minuti.
Tutto qui, non è facilissimo?
BUON APPETITO!!

mercoledì 5 gennaio 2011

Risotto con Ragù e Piselli

Ricetta partorita dalla fantasia del mio ometto, anche lui particolarmente avvezzo all’arte del riciclo in presenza di eco nel frigo.. ^_^
Come al solito, la ricettina è semplice e senza fronzoli, può senz’altro essere migliorata anche se noi l’abbiamo trovata saporita e soddisfacente.

Varie 008

INGREDIENTI x 2 persone:
180g di riso
100g ragù
1 scalogno
4-5 manciate di piselli surgelati
2 cucchiai di olio evo
brodo q.b.
vino bianco q.b.

PREPARAZIONE:

In una padella soffriggete lo scalogno affettato con un paio di cucchiai di olio, eventualmente aggiungete anche un goccio di acqua per farlo stufare bene. Versate il riso e farlo tostare, sfumate poi con il vino bianco e procedete aggiungendo brodo quando necessario. A parte mettete in un contenitore adatto al microonde i piselli surgelati, e cuoceteli 5 minuti a 800W. Uniteli al riso insieme al ragù e terminate la cottura. Infine mantecate fuori dal fuoco con un ricciolo di burro e se volete del parmigiano grattugiato.
BUON APPETITO!

martedì 4 gennaio 2011

Il Pandoro

Finalmente.. ce l’ho fatta!!
Dopo mille peripezie per procurarmi lo stampo adatto ho sfornato il primo pandoro della mia vita..
Quando ho annunciato le mie intenzioni mi hanno dato della pazza (io per prima in realtà) ma ero ben determinata, dovevo assolutamente provarci!
Se per caso anche voi avete avuto questa strampalata idea, voglio rassicurarvi: io ho impastato tutto a mano.. giuro!!
Quindi come disse Frederick Frankenstein: si può fare!!!
Armatevi di santa pazienza e non abbiate paura di sporcarvi le mani.. pronti? Si comincia!
(Non fate molto caso al fatto che il mio sia un po’ pallido.. credo di aver imburrato un po’ troppo lo stampo per la paura di non riuscire a tirarlo fuori!)
La ricetta è quella delle sorelle Simili.

Pandoro 057

INGREDIENTI TOTALI:

450g di farina manitoba
135g di zucchero
170g di burro
4 uova
18g di lievito di birra
1 cucchiaino di sale
1 semini di una bacca di vaniglia

PREPARAZIONE:
Lievitino:
50g di farina
15g di lievito di birra
60g di acqua tiepida
10g di zucchero
1 tuorlo

Sciogliete il lievito nell’acqua, unite lo zucchero, il tuorlo e la farina. Amalgamate bene il tutto con una forchetta, coprite la ciotola con un canovaccio e lasciate lievitare fino al raddoppio (circa un’ora).

Collage di Picnik1

Primo impasto:
200g di farina
3g di lievito di birra
25g di zucchero
30g di burro a temperatura ambiente
1 uovo
2 cucchiai di acqua

Sciogliete di nuovo il lievito nell’acqua tiepida e aggiungetelo al lievitino, unite lo zucchero, l’uovo e la farina. Impastate bene e con un certo vigore, potete iniziare a lavorare nella ciotola e poi spostarvi sulla spianatoia. Quando avrete ottenuto una palla ben amalgamata unite il burro morbido, facendoglielo “prendere” poco alla volta. Non spaventatevi se all’inizio vi ritroverete per le mani una palletta appiccicosa e informe, continuate a impastare e piano piano verrà assorbito tutto!

Collage di Picnik
Rimettete l’impasto nella ciotola, coprite e lasciate nuovamente lievitare un’oretta (o comunque fino al raddoppio).

Secondo impasto:
200g di farina
100g di zucchero
2 uova
1 cucchiaino di sale
i semini della vaniglia
140g di burro per sfogliare

Riprendete l’impasto e aggiungeteci la farina, le uova, lo zucchero, il sale e la raschiatura della vaniglia e impastate tutto di nuovo. Lavorate sempre energicamente e a lungo in questa fase. Rimettete quindi nuovamente a lievitare per circa un’oretta e mezza.
Dopo questo tempo mettete a riposare in frigo per 8/12 ore (oppure potete accorciare questo tempo a 40 minuti e passare subito alla sfogliatura).
Trascorso questo tempo rovesciate l’impasto sulla spianatoia e tiratela col mattarello cercando di dargli una forma quadrata, distribuite all’interno il burro ammorbidito, portate i 4 angoli al centro in modo da richiudere la sfoglia e fate attenzione a sigillare bene i bordi per evitare “fughe” di burro.

Collage di Picnik3

Col mattarello spianate la pasta in un rettangolo e fate una piega a 3.
Ponete in un sacchetto di plastica per alimenti  o in pellicola e mettete a riposare in frigo per 20 minuti.
Dovrete ripetere questa operazione altre 2 volte, sempre con il riposo in frigo fra una piega e l’altra.

Collage di Picnik4
Stendete leggermente per l’ultima volta e con le mani ben unte di burro cercate di richiudere gli angoli e formare una palla. Imburrate per bene uno stampo della capacità di circa 3 litri (o 750g) e adagiatevi l’impasto, con la chiusura verso l’alto.
Coprite e mettete a lievitare fino a che la pasta non supererà il bordo dello stampo di qualche centimetro.
Il mio è lievitato decisamente troppo!

Collage di Picnik5

Posizionate una ciotolina d’acqua sul fondo del forno e cuocete in modalità statica a 170° per 10 minuti, poi abbassate a 160° per altri 15 minuti circa (io ho lasciato un momentino in più) comunque fate la prova stecchino per non sbagliare, dovrà uscire asciuttissimo.
Se la “cupola” dovesse scurirsi troppo in cottura (nel mio forno era veramente vicina alla resistenza!) coprite con un foglio di alluminio.
Sformate appena possibile e cospargerlo di zucchero a velo, io non l’ho fatto subito e non si è attaccato bene..
Ecco una fetta per voi!

Pandoro finito 01

domenica 2 gennaio 2011

Gnocchi di Ricotta

Per cominciare questo nuovo anno nel migliore dei modi mi sono ripromessa di realizzare finalmente tutte quelle ricette che ho adocchiato nei mesi scorsi ma che per un motivo o per un altro ho sempre accantonato..
La verità è che sono di una curiosità infinita, e non riesco ad accontentarmi di quello che ho già trovato… cerco sempre qualcosa di nuovo.. ma adesso basta, ho una lista veramente troppo lunga!
Quindi iniziamo da questi gnocchetti favolosi, ci voleva tanto?? Assolutamente no, sono facili facili!
La ricetta l’avevo trascritta mesi e mesi fa, quindi non so citarvi una fonte precisa, ma sbirciando su vari blog ne ho ritrovate molte tutte abbastanza simili..

Gnocchi di ricotta 002

INGREDIENTI:

250g di ricotta
1 uovo
150-180g di farina (la quantità dipende sia dalla grandezza dell’uovo sia dall’assorbimento)
6 cucchiai di formaggio grattugiato
noce moscata q.b.
sale q.b.

PREPARAZIONE:

Lavorate la ricotta con un cucchiaio, aggiungete la noce moscata, il sale e l’uovo. Iniziate poi ad aggiungere la farina, poca alla volta e impastate tutto fino ad ottenere una palla soda e omogenea, che non si attacca alle mani.
Staccate quindi delle porzioni di impasto, formate dei cordoncini e tagliate gli gnocchi con una spatola o un coltello, dategli la forma preferita (io qui ho fatto delle palline) e man mano che sono pronti metteteli su un vassoio infarinato. Portate a bollore abbondante acqua salata, tuffateli e solateli con una schiumarola appena vengono a galla.  Condite e servite subito.
BUON APPETITO!!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails