Pagine

mercoledì 15 dicembre 2010

Torta di Pane.. di casa mia!

E profumo di ricordi..
La torta che ho mangiato più spesso durante la mia infanzia! Mia madre non si dilettava troppo nella preparazione di dolci, ma il pane in esubero era all’ordine del giorno, quindi in qualche modo andava utilizzato. Era diventata una maestra in questa preparazione, tanto che non pesava mai niente, eppure questa torta le riusciva sempre alla perfezione. Diciamo anche che rimaneva assolutamente fedele alla ricetta originale, che poi, non lo so mica dove l’abbia imparata, non aggiungeva ne toglieva mai niente..
Ricordo che ero golosissima e andavo spesso a rubacchiare una fetta di torta, specialmente la mattina, era proprio la mia colazione preferita! Provate ad accompagnarla al caffèlatte e poi mi direte…
Posso dire che ancora oggi questa torta conserva tutta la sua magia anche se l’ho preparata un po’ a modo mio, e ho aggiunto e cambiato qualcosina..
Non avevo una ricetta da seguire, non ho chiesto istruzioni alla “maestra” in questione, mi sono lasciata guidare dai ricordi e… dall’occhio! Torta di pane 015
INGREDIENTI:
250g di pane raffermo
600 ml circa di latte
80g di zucchero di canna
2 uova
3 cucchiai di cacao amaro
1 mela (granny smith)
uvetta.. una manciata generosa
marsala.. q.b.
pangrattato
burro
PREPARAZIONE:
Spezzettate il pane in pezzi non troppo grandi e ponetelo in una capiente ciotola.
Scaldate un pochino il latte e versatelo sul pane, poi “impastate” con le mani per farlo assorbire bene e lasciate riposare almeno un paio d’ore. A questo punto assicuratevi che non siano rimasti dei pezzi di pane interi (ma non preoccupatevene troppo, qualche briciolona ci sta bene)  unite le uova, lo zucchero, il cacao e mescolate bene.
In una ciotola versate l’uvetta e copritela quasi del tutto di marsala, lasciate riposare. Intanto pelate la mela e riducete a cubetti la polpa, unitela all’impasto e subito dopo anche uvetta e marsala.
Preparate una tortiera rivestendo il fondo di carta da forno, ungete e cospargete i bordi di pangrattato, versateci l’impasto, livellatelo e spargete sulla superficie qualche fiocchetto di burro. Infornate a 180° per 50 minuti e lasciate intiepidire la torta nel forno semiaperto.
Ottima mangiata il giorno dopo se ce la fate ad aspettare.
Visto che stamattina ci ho fatto colazione come un tempo.. partecipo alla raccolta di Cranberry

13 commenti:

  1. Ma che bontà dovrà essere.Io non l'ho mai fatta una torta con il pane, però molto spesso me ne avanza un po.
    Questo è un buon modo per riciclarlo!
    Mi devo ricordare della ricetta.
    Per il contest, va benissimo!
    Brava Yaya, vado a a sistemare subito la ricettina tra le partecipanti, in bocca al lupo^_^

    RispondiElimina
  2. per me è una novità, molto interessante.

    RispondiElimina
  3. a parte lo sfondo del blog natalizio che è adorabile, con tanto di fiocchetti di neve...non ho mai mai assaggiato la torta di pane ma mi ispira tanto! Mi salvo questa ricetta per i prossimi avanzi di pane!!
    un bacio!

    RispondiElimina
  4. io la torta di pane la conoscevo, con le mele o l'uva passa, ma al cioccolato non l'avevo mai vista. eccellente versione!
    a presto

    RispondiElimina
  5. sono anni che cerco una torta per poter utilizzare il pane rimasto!!
    evviva, appena possibile la provo subito, grazie per la ricetta e per il racconto.

    RispondiElimina
  6. Buona la torta di pane!! Anche mia mamma la faceva!
    Ciao e buona serata!

    RispondiElimina
  7. Conosco questa torta che faceva anche mia nonna, qui da noi si chiama pinza....
    Me l'hai fatta ricordare....in effetti non la mangio da molto tempo e anche in iro non la vedo molto. Dovrò rifarla...in effetti è molto buona. Bravissima....mi piacciono le ricette con il pane raffermo..
    Un bacione

    RispondiElimina
  8. Ragazze, per chi non l'ha mai mangiata.. dovete assolutamente provarla, promettete!! Vi stupirà!! Ha una consistenza particolare, un sapore unico.. non si può immaginare... anzi, sto già pensando di proporre presto una nuova versione.. mentre preparavo questa mi è venuta un'idea... presto la vedrete!!
    Per chi invece la conosce..sapete cosa intendo, non lasciamola andare nel dimenticatoio, è una torta rustica, povera se vogliamo ma...meritevole!!

    RispondiElimina
  9. Ne ho sentito parlare ma non l'ho mai fatta, deve essere buonissima. Un abbraccio e buona serata.

    RispondiElimina
  10. uh la torta di pane!! me ne parlava sempre una mia amica... e mi fa venire un pò di tristezza quando la ricordo perchè quando ne parlava, raccontava che quando era piccola non c'erano soldi e la mamma per le feste invece del panettone faceva questa torta perchè il panettiere le regalava il pane duro!!! comunque a prescindere deve essere buonissima! brava Yaya!

    RispondiElimina
  11. Mmmmm, il profumo è arrivato fin qui! Ottima anche per la mia raccolta
    Un bacione!

    RispondiElimina
  12. adoro questa torta , grazie x avermela ricordata e a quest'ora...;)

    RispondiElimina

Dimmi cosa ne pensi...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails